Home
Servizi
Galleria
News
FAQ
Info. e Preventivi

Opere in legno

La Soc. Coop. Nuovi Orizzonti offre tra i vari servizi quello della falegnameria. In base alle vostre esigenze ed ai vostri gusti sarete accompagnati nella scelta delle bussole interne, archi, soppalchi, scale in legno e tanto altro…

Sfruttare lo spazio con le porte a scomparsa

La porta scorrevole interno muro è la soluzione migliore quando si debba risparmiare spazio o anche creare un effetto di continuità tra ambienti separati da un serramento. Sia nelle nuove costruzioni, sia nelle ristrutturazioni i vantaggi che offre una porta a scomparsa sono notevoli.

Sia in una nuova costruzione, sia in una ristrutturazione, uno degli innumerevoli aspetti da prendere in considerazione è quello delle porte, tradizionalmente un elemento con una chiara funzione tecnica di apertura ma con una notevole importanza anche dal punto di vista dello stile degli interni.

Se le porte stesse diventano un elemento decorativo, la scelta della tipologia (battenti, filomuro, scorrevoli e a scomparsa) e del materiale diventa fondamentale per individuare la soluzione più adatta alla propria idea di abitazione.

Le porte scorrevoli conferiscono un aspetto originale e moderno agli ambienti. Una soluzione a scomparsa, priva di ingombro, offre il vantaggio di “liberare” le pareti. Una vera risorsa quando ci siano problemi di spazio e un’ottima soluzione a livello architettonico e di design negli interni più ampi. Il grande plus di una soluzione scorrevole sta nella possibilità di valorizzare una comunicazione diretta tra due ambienti, creando continuità e fluidità tra gli spazi. E con la stessa facilità, quando per esempio è necessaria una maggiore privacy, possono essere chiuse in un attimo.

Le soluzioni possibili sono praticamente infinite, a partire dalla scelta dei materiali: legno, vetro oppure abbinati vetro con l’alluminio. Semplici oppure ad anta doppia, con finiture esterne o filomuro, piane, curve oppure telescopiche.

In caso di ristrutturazione, è necessario demolire e ricostruire il tratto di muro che dovrà ospitare il controtelaio, all’interno del quale andrà a scorrere il pannello porta. Bastano due giorni di lavoro di due professionisti diversi: il cartongessista o installatore si occuperà fisicamente di collocare il controtelaio e rifinire la parete, e il falegname invece sarà colui che successivamente andrà ad installare la porta. Quest’ultimo si occuperà di fissare il pannello porta ai carrellini che scorreranno lungo il binario del controtelaio. In presenza di pareti in cartongesso la fase di posa viene generalmente seguita solo dal cartongessista.

Nella scelta di un serramento scorrevole è opportuno privilegiare controtelai dotati di binario estraibile, un’idea brevettata da Eclisse che permette di scongiurare qualsiasi spiacevole inconveniente. La rimozione del binario permette di intervenire direttamente e senza abbattere il muro, in caso di rottura accidentale di meccanismi oppure di necessità di rimozione di eventuali residui di malta e intonaco, che potrebbero impedire la corretta scorrevolezza. Anche l’installazione di accessori in un secondo momento diventa pratica e veloce grazie a questo accorgimento.